Nuovo Larice digestivo Visualizza ingrandito

Larice digestivo

LAR-ICE è un digestivo ottenuto dalla linfa, dalla resina e dalla clorofilla dei larici di Pragelato a 1.500 metri sldm, in provincia di Torino.

Maggiori dettagli

29,10 €

Dettagli

Lar-Ice è il nome di questo digestivo, che richiama la temperatura fredda a cui si consiglia di berlo.

Di colore verde trasparente con riflessi verde oro, il profumo è leggermente balsamico, il sapore è delicato e profondo.

Lar-Ice ha una storia che arriva da lontano e parla di boschi in provincia di Torino, di lunghe camminate per i sentieri di alta montagna, di grandi grigliate tra amici e poi, per digerire, gli anziani incidevano con un coltello un larice e ne raccoglievano la linfa e la resina. Preparavano un composto balsamico ma soprattutto digestivo. Da questi ricordi e dalla sperimentazione nasce a Pragelato una ricetta unica per un digestivo dal sapore incofondibile.

Una sola volta all’anno, nei primi giorni di agosto vengono raccolti manualmente dai larici del parco Naturale della Val Troncea, la linfa che conferisce il gusto unico di questo digestivo, la resina che ne esalta i profumi balsamici e la clorofilla che da a Lar-Ice il caratteristico colore.

La bottiglia del digestivo Lar-Ice è rivestita a mano da un’elegante foglio di larice. Una confezione curata e preziosa  che rende ogni bottiglia unica, ideale per un regalo.

Le proprietà digestive sono state certificate anche dalle analisi dell’Università di Torino che hanno rilevato la presenza di polifenoli , di derivati tepenici e dell’epigenina, con proprietà antiossidanti e che si trova anche in alcune piante officinali.

Si consiglia di berlo ben refrigerato

Dolcepiemonte promuove il consumo responsabile delle bevande alcoliche.

Recensioni

Scrivi una recensione

Larice digestivo

Larice digestivo

LAR-ICE è un digestivo ottenuto dalla linfa, dalla resina e dalla clorofilla dei larici di Pragelato a 1.500 metri sldm, in provincia di Torino.

Scrivi una recensione

5 altri prodotti della stessa categoria: